Ultima revisione:

26 luglio 2022

Tempo di lettura:

E' stato approvato, con Decreto Sindacale n. 179 del 26.07.2022, il Bilancio di Genere 2022 della Città Metropolitana di Messina.

«Una società più giusta e inclusiva ha, insieme, il volto delle donne e degli uomini. In questo contesto lo strumento del bilancio di genere è strategico, permette di poter raccontare la storia del proprio divenire attraverso una diversità di prospettiva e punti di vista». Con questo messaggio, la Ministra per le Pari Opportunità Elena Bonetti definisce il bilancio di genere: uno strumento strategico, un impegno concreto perché si comprenda che la questione di genere non è una questione femminile ma ha ricadute oltre che sulle donne anche sugli uomini, bambini e la società in generale.

Per il secondo anno, la Città Metropolitana di Messina presenta il proprio Bilancio di Genere.

La Città Metropolitana di Messina, quale ente pubblico territoriale, ha un ruolo significativo per il superamento delle disuguaglianze connesse al genere e, pertanto, intende continuare a svolgere un ruolo propositivo e propulsivo ai fini della promozione del principio delle pari opportunità e valorizzazione delle differenze, concorrendo così alla rimozione delle discriminazioni e degli stereotipi presenti nella società, con l’obiettivo di diffondere una cultura di genere, la normativa di riferimento, creando una rete istituzionale a sostegno della parità sostanziale fra uomo e donna in tutti gli aspetti della vita e del lavoro. Ciò in continuità con quanto già realizzato negli anni dagli Assessorati, dalla Commissione Provinciale alle Pari Opportunità e, più recentemente, grazie ad un nuovo assetto organizzativo con gli uffici preposti come l’Ufficio Organizzazione e promozione delle Politiche di Genere e dal Comitato Unico di Garanzia dell’Ente.