Ultima revisione:

1 settembre 2021

Tempo di lettura:

La Rete Nazionale dei Cug esprime profondo sgomento e preoccupazione per la sorte annunciata di milioni di donne e ragazze afghane che rischiano di vedere annullato in una spirale di violenza il lento e faticoso cammino di affermazione dei più elementari diritti umani: andare a scuola, vivere l'infanzia e la giovinezza nel rispetto dei propri tempi e delle proprie aspirazioni, scegliere in piena libertà il proprio futuro ed avere diritti di cittadinanza.

Le cittadine e i cittadini italiani non possono assistere inerti alla possibile negazione dei diritti di queste donne.

Come Rete dei Cug esprimiamo tutta la nostra solidarietà al popolo afghano augurandoci che vengano aperti da parte dell'Italia corridoi umanitari e venga messo in campo qualsiasi mezzo idoneo per non lasciare sole donne, bambine e bambini che hanno creduto che un altro modo di vivere fosse possibile.