Ultima revisione:

8 giugno 2020

Tempo di lettura:

Ministero dell’Interno

Circolare del 5 giugno 2020 - Prevenzione e contrasto dell’abusivismo commerciale e della contraffazione. “Spiagge sicure - Estate 2020”. Finanziamento iniziative

Termini per la conclusione dell’Istruttoria: 20 giugno 2020.

Il decreto del Ministro dell’interno, adottato di concerto con il Ministro dell’economia e delle finanze in data 18 dicembre 2018, ha fissato i criteri di ripartizione del Fondo per la sicurezza urbana, istituito dall’art. 35-quater del decreto-legge 4 ottobre 2018, n.113, convertito, con modificazioni, dalla legge 1° dicembre 2018, n.132.

Il predetto decreto stabilisce che, per l’anno 2020, una quota pari al 14 per cento delle risorse del Fondo viene destinato ai comuni litoranei per il finanziamento di iniziative di prevenzione e contrasto dell’abusivismo commerciale e della vendita di prodotti contraffatti nella stagione estiva.

I comuni beneficiari sono stati individuati in base alle presenze negli esercizi ricettivi, secondo i dati Istat 2018, ed hanno le seguenti caratteristiche:

  • non sono capoluogo di provincia;
  • hanno una popolazione non superiore a 50 mila abitanti al 1° gennaio 2019;
  • non sono destinatari di contributi per iniziative analoghe promosse dal ministero dell’Interno o per altre iniziative previste dal decreto interministeriale 18 dicembre 2018.

Possono accedere al contributo i seguenti Comuni ricadenti nel territorio della Città Metropolitana di Messina: Milazzo, Capo d’Orlando, Gioiosa Marea, Patti, Sant’Alessio Siculo e Furnari.

Il contributo previsto ammonta a € 32.000,00 per ogni Comune beneficiario.

Gli enti che intendono beneficiare del finanziamento devono presentare apposita domanda alla Prefettura territorialmente competente. La domanda, redatta utilizzando l’all.2 alla circolare, deve essere corredata da una scheda progettuale riferita al periodo 1° luglio - 30 settembre, ove sono illustrate le misure che si intendono adottare e specificati, nel dettaglio, i mezzi e il personale da impiegare, le aree del territorio interessate nonché i relativi costi.

Tra le azioni ammissibili al contributo si segnalano: l’assunzione di personale della Polizia locale a tempo determinato, le prestazioni di lavoro straordinario da parte del personale di Polizia locale, l’acquisto di mezzi ed attrezzature e la promozione di campagne informative volte ad accrescere fra i consumatori la consapevolezza dei danni derivanti dall’acquisto di prodotti contraffatti.

Tenuto conto dell’emergenza epidemiologica in atto, l’attività di prevenzione dovrà riguardare anche la verifica del rispetto delle misure di distanziamento sociale nonché delle ulteriori prescrizioni contenute nei protocolli o nelle linee guida per prevenire o ridurre il rischio di contagio da Covid-19.

Nel rispetto delle disposizioni di carattere finanziario-contabile degli enti locali, il contributo può essere utilizzato sia a copertura delle spese correnti che di quelle d’investimento. La quota destinata al pagamento delle spese correnti non dovrà essere superiore al 50% del totale.

La prefettura procederà alla verifica dell’istanza e, acquisito il parere del Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica, potrà: approvare il progetto, invitare il comune a produrre eventuali chiarimenti e documentazione integrativa, respingere l’istanza. L’istruttoria dovrà concludersi entro il 20 giugno.

La news è stata pubblicata in data 06/06/2020 sul sito del Ministero dell’Interno.

Leggi tutto
Circolare e relativi allegati