Si è svolto stamane a Palazzo dei Leoni l’incontro tra il Sindaco Metropolitano di Messina, on. Cateno De Luca, e il Sindaco di Monforte San Giorgio, dott. Giuseppe Cannistrà, sul tema che riguarda lo svincolo ricadente nel territorio del Comune tirrenico.

Nel corso della riunione odierna sono state comunicate al primo cittadino le risultanze del tavolo tecnico, svoltosi a Palazzo dei Leoni venerdì 29 giugno, in cui è stato deciso, in base alle priorità stabilite dal Ministero delle Infrastrutture e del livello di progettazione delle opere, di concentrarsi definitivamente, in termini di risorse e di tempistica, sull’iter per la realizzazione degli svincoli di Alì Terme e Monforte San Giorgio.

In tale ambito il direttore generale del Cas, ing. Leonardo Santoro, completerà le indicazioni del RUP e procederà definitivamente all’ultimazione dell’iter progettuale per poter giungere, entro il 31 dicembre 2019, al rispetto delle scadenze previste nel Masterplan.

Per lo svincolo di Alì Terme il finanziamento previsto attualmente è di 18 milioni di euro mentre il progetto esecutivo ammonta complessivamente a 34 milioni e 900 mila euro quindi attualmente il finanziamento è inferiore.
Per Monforte San Giorgio il progetto é finanziato con 15 milioni di euro a fronte di un progetto esecutivo di 24 milioni 900 mila euro.
Per i due svincoli in totale mancano circa 26 milioni 800 mila di euro; una parte di questi verranno recuperati da due interventi che non saranno realizzati dal CAS: si tratta dello svincolo Furnari Portorosa (6 milioni) mentre altri 3 milioni saranno reperiti dal totale di 6 milioni previsti inizialmente per gli interventi relativi allo svincolo di Villafranca Tirrena.
Mancano quindi 17 milioni e 800 mila che saranno reperiti dal finanziamento degli interventi infrastrutturali inseriti nel Masterplan e non realizzabili in quanto non programmati né programmabili nei termini previsti dalla delibera CIPE.

 

L’Ufficio Stampa

La rubrica telefonica dell'Ente con l'elenco completo delle caselle di posta elettronica istituzionali.